derma-01GOLDERM®
PANTEGLIC

SECCHEZZA CUTANEA

La secchezza della pelle è una situazione molto frequente, sia in inverno a causa del freddo e dell’inquinamento, che in estate, quando la pelle è esposta per lungo tempo al sole.

La definizione di secchezza cutanea è ancora basata su sensazioni soggettive empiriche, infatti alcune persone lamentano una costante secchezza cutanea, altre solo in particolari condizioni ambientali, altre ancora solo raramente accusano cute disidratata. La secchezza della pelle può variare da un minimo grado “secchezza cutanea (lieve desquamazione)”, fino a un’intensa “xerosi (secchezza cutanea accentuata)”.

La pelle secca è caratterizzata da diverse manifestazioni. Tra le più diffuse c’è senz’altro una riduzione dell’elasticità della pelle, dovuta all’alterazione dello strato idrolipidico.

Chi soffre di pelle secca può provare prurito, soprattutto nelle zone più secche, quelle meno ricche di ghiandole sebacee come per esempio le braccia e le gambe. Altre tipiche manifestazioni della pelle secca possono essere la desquamazione e l’arrossamento soprattutto quando la cute è sottoposta a notevoli sollecitazioni oppure in quei casi in cui i fenomeni irritativi sono notevolmente prolungati.

Le conseguenze maggiori della pelle secca possono essere sostanzialmente di due tipi. Vi sono problemi di tipo puramente estetico e altri problemi di carattere funzionale.

Dal punto di vista estetico gli effetti possono essere vari e numerosi; generalmente la pelle secca si opacizza e tende ad avere una colorazione grigiastra. La pelle secca risulta desquamata, sottile, poco elastica e fragile. Al tatto, può presentarsi ruvida, arida, dalla trama irregolare. Spesso sensibile, la pelle disidratata può manifestare generalmente fenomeni d’invecchiamento precoce: non a caso, in una pelle arida si osservano spesso molte più rughe (anche in giovane età) rispetto alle pelli grasse.

Le problematiche dal punto di vista funzionale possono essere più serie. L’alterazione idrolipidica dello strato epidermico può comportare una riduzione della funzione di barriera degli strati superficiali cutanei, favorendo la comparsa di disturbi cutanei più seri.

Un’adeguata idratazione cutanea è indispensabile per garantire una certa plasticità ed elasticità alla pelle: quando il contenuto di acqua nello strato più superficiale dell’epidermide si riduce, la pelle diviene via via più secca.

LE CAUSE DELLA PELLE SECCA

La ricerca sulle cause responsabili della pelle secca non è sempre così ovvia ed immediata. La disidratazione cutanea è infatti subordinata ad una serie di fattori climatici, costituzionali, ambientali e fisiologici non sempre facilmente individuabili.

3D-PANTEGLIC

INFO-PANTEGLIC

Qualsiasi causa abbia, la pelle secca è la manifestazione di eventi che spesso possono essere concomitanti:

  • Ambiente e clima: la quantità di acqua presente nello strato corneo può essere pesantemente influenzata dall’umidità ambientale. In altre parole, quando diminuisce l’umidità esterna, può ridursi di riflesso anche la percentuale di acqua negli strati superficiali dell’epidermide.

Con il freddo, l’aria condizionata, il riscaldamento eccessivo o con il vento, la pelle tende a seccarsi progressivamente. In simili circostanze, è importante interpretare i segnali d’allarme che l’organismo ci invia: la pelle – visibilmente stressata, arida e desquamata – richiede alcuni piccoli accorgimenti tali da consentire alla cute stessa di ripristinare le barriere fisiologiche perdute.

  • Predisposizione genetica: un prematuro invecchiamento delle cellule dell’epidermide può anche dipendere da cause genetiche e costituzionali.
  • Età: man mano che l’età avanza, la pelle va incontro ad una serie di eventi fisiologici che favoriscono la disidratazione cutanea. In simili frangenti, la pelle secca può essere correlata principalmente al progressivo assottigliamento dell’epidermide, all’alterazione quali/quantitativa delle fibre connettivali di collagene e all’impoverimento del film idrolipidico.
  • Dieta: l’alimentazione gioca un ruolo di primo piano sull’aspetto della pelle. Un adeguato apporto di acqua può contribuire a mantenere una pelle elastica e in ottimo stato. Per idratare la cute – evitando così la pelle secca – oltre all’acqua è bene garantire all’organismo una giusta quantità di acidi grassi insaturi, proteine ed aminoacidi.
  • Carenze vitaminiche: anche la carenza di alcune vitamine può esser causa di pelle secca. È dunque importante garantire un adeguato apporto vitaminico all’organismo anche (e non solo) per mantenere la pelle in buono stato. 
  • Un’accelerazione del ricambio cellulare epidermico, causata da stimoli irritativi di tipo cronico come l’esposizione prolungata a sostanze irritanti o ai raggi UV.
  • Un’alterazione della produzione della componente lipidica.


Translate »