UN’ALTERNATIVA AL TRATTAMENTO DELL’IPERSECREZIONE ACIDA? L’USO DI RIMEDI NATURALI…

Nel corso degli ultimi anni, l’ipersecrezione gastrica – eccesso di acidi gastrici – ha purtroppo incrementato la sua incidenza. Contro questo disturbo, tra i farmaci più prescritti in assoluto ci sono gli inibitori di pompa protonica, che agiscono a valle del problema bloccando in modo irreversibile l’enzima deputato alla produzione di acido cloridrico da parte della cellula parietale gastrica. Ma attenzione!
Uno studio effettuato su circa 70,000 pazienti affetti da reflusso gastro-esofageo e pubblicato sulla rivista PLOS ONE circa un’ anno fa ha evidenziato come il trattamento con inibitori di pompa protonica  aumenti il rischio di infarto al miocardio e non solo…recenti studi suggeriscono che questa classe di farmaci può aumentare anche il rischio di osteoporosi e carcinoma gastrico.
Come alternativa? L’uso di rimedi naturali. A tal proposito sapevi che:

-la liquirizia, grazie al suo contenuto in flavonoidi, ha sia un’azione antinfiammatoria che gastroprotettiva;

-il kiwi ha al suo interno l’enzima Actinidina che facilita la digestione delle proteine e quindi è indicato soprattutto per coloro che soffrono di gastrite e di cattiva digestione;

– la menta, attraverso l’attivazione dei processi digestivi, può essere utile per prevenire problemi di gonfiore e dolore addominale;

-il fico d’India, grazie al suo contenuto in mucillagini e pectine, ha un’azione protettiva della mucosa gastrica oltre alla sua azione emolliente e lenitiva su tutto il sistema digerente;

-l’olivo che ha numerose attività che lo rendono indicato per il trattamento di disturbi digestivi.
Perché preferire l’uso di rimedi naturali? EFFICACIA ma soprattutto SICUREZZA nel trattamento dei disturbi gastro-intestinali.

Fonte:
Nigam H. Shah et al. Proton Pump Inhibitor Usage and the Risk of Myocardial Infarction in the General Population. PLoS One 2015 Jun 10;10(6):e0124653.


Translate »